Spiazzi, amicizia e bellezza nel racconto degli studenti

― 6 Marzo 2024

Una vacanza studio destinata a lasciare, nel cuore degli studenti, i sentimenti dell’amicizia e della bellezza. Ecco come gli alunni e le alunne del corso di giornalismo della scuola media Canossa hanno vissuto l’esperienza straordinaria dei tre giorni in montagna trascorsi a Spiazzi di Gromo. Un appuntamento che appartiene alla tradizione canossiana e che coinvolge tutti gli studenti ed i docenti.

Mattia Wang, studente della classe prima a, sottolinea l’emozione della sua prima volta a Spiazzi: “Quando siamo andati a Spiazzi la cosa che mi ha colpito di più è stata il pattinaggio: era la mia prima volta ed è stato molto bello pattinare con i miei compagni. I miei amici mi hanno insegnato come fare, ad andare sia veloce sia lentamente e a curvare. Insieme abbiamo constatato che cadere è normale”.

La compagna di classe Rebecca Papetti: “Il giorno migliore di Spiazzi è stato il secondo perché le attività erano parco sospeso e pattinaggio. La giornata iniziò con il ritrovo, in cui ci illustrarono la routine della giornata. La pista di pattinaggio era vicino se non attaccata all’hotel. Ci portarono in una stanzetta per metterci i pattini. Una volta finito potevi entrare in pista, era grande con le pareti più lunghe chiuse invece quella infondo avevi la piena vista sulle piste da sci e i boschi e sulle montagne abbastanza innevate. Il ghiaccio era perfetto, migliore di altre già provate. Nel pomeriggio ci spostammo verso il bosco per iniziare la seconda attività. Prima che ci lasciarono fare il giro da soli ci fecero fare un tutorial per capire come funzionava. Iniziato il giro dovevi camminare su: corde, reti, lastre di legno, un esile filo di metallo e anche a volte carrucole a diverse altezze. Potevamo dire e pensare che era stato un giorno pieno e ricco di emozioni”.

Una grande occasione di divertimento e di amicizia secondo Leonardo Cimini della classe seconda a: “A Spiazzi di Gromo la vacanza studio si rende sempre più divertente per gli alunni e le alunne della scuola media Canossa. Dopo un primo giorno ricco di attività e di amicizia, le quattro squadre (Talpe spiaggiate, Gli audaci, Le idi di marzo, The insider) concludono la giornata con l’entusiasmo di scoprire la prossima attività a sorpresa. Giovedì mattina dopo la colazione i prof hanno svelato le tanto attese attività, la 1a e la 2a si sarebbero diretti verso la pista di pattinaggio, mentre le terze al parco avventura. Ho indossato i miei pattini con grande entusiasmo e mi sono letteralmente lanciato in pista a suon di musica. La mia paura di cadere è stata spazzata via dalla voglia di scherzare con i miei amici, dalla voglia di ridere a squarciagola e dalla voglia di pattinare a tutta velocità. In attesa del prossimo anno ancora rido per le cadute sul ghiaccio”.

Un’emozione che viene condivisa anche dalla compagna Miriam Sharobim: “Spiazzi di Gromo è un’esperienza tipica della Canossa. Quei tre giorni sono più che una semplice vacanza-studio; sono dei giorni in cui non smetti mai di imparare, pur essendo in montagna. Scopri cose interessanti, sia dalle lezioni che fanno i prof, sia restando con persone diverse dal solito, perché lì non ci sono quattro mura che ci separano dalle altre classi, e quindi scopri delle persone che difficilmente avresti potuto conoscere a scuola. E sono quelle persone che rendono una semplice vacanza in montagna in una esperienza unica nel suo genere, speciale, che ti rimane sempre nel cuore. Ma soprattutto, sono le persone che rendono quella vacanza speciale ed unica nel suo genere, perché non smetteranno mai di farti sorridere”.

Anche Giorgio Brunetto, compagno di classe, esprime la sua opinione: “la vacanza di Spiazzi non è stata solo una vacanza studio con le bellissime lezioni dei prof. Ma anche una vacanza di divertimento. Durante le giornate trascorse insieme giocando abbiamo conosciuto delle persone di cui prima non conoscevamo neanche il nome. La cosa che mi ha colpito di più a Spiazzi è stato il pattinaggio e lo stare insieme”.

Carlo Cattaneo evidenzia il rapporto speciale che si crea con i professori: “La cosa che mi è più piaciuta di quest’anno a Spiazzi è stata vincere la mia paura e affrontare il parco sospeso. Il secondo giorno i professori ci hanno fatto affrontare degli ostacoli collegati tra di loro sospesi per aria. L’avevo già fatto in passato ma non ne avevo ricavato dei ricordi così felici. Al mattino ci siamo ritrovati e ci siamo divisi in due gruppi che avrebbero svolto pattinaggio e parco sospeso. Io ero finito nel gruppo del pattinaggio alla mattina e parco sospeso al pomeriggio. Quando arrivò il turno del parco sospeso iniziai facendo il percorso più facile ma non stavo andando affatto bene e quando lo terminai non ero soddisfatto e mi sentivo di avere miseramente fallito come la volta precedente. Ma decisi che non potevo finire così e grazie al supporto dei miei amici e professori e alla loro compagnia mi dimenticai di star facendo qualcosa che mi spaventava e piano piano andai sempre più spedito. L’anno scorso non avevo avuto una bella esperienza per quanto riguarda il parco sospeso ma adesso lo rifarei molto volentieri”.

Per Giorgio Amadio sono stati tre giorni all’insegna dello stupore e della bellezza: “Le giornate sono state piene di emozioni e avventure. Il primo giorno ci siamo divisi in squadre e ci siamo conosciuti attraverso giochi serali. Il mattino seguente abbiamo pattinato sul ghiaccio, mentre al pomeriggio siamo stati al parco sospeso; dopo cena abbiamo svolto delle attività riuniti in squadre. Il penultimo giorno abbiamo giocato, sempre divisi in squadre a palla prigioniera e pallavolo. L’ ultimo giorno dopo una fantastica colazione siamo tornati a Lodi. Questa vacanza è stata un’ottima esperienza perché piena di sorprese ed amicizia”.

Giovanni Mantovani ha particolarmente apprezzato la visita guidata nella foresta di abeti: “Abbiamo imparato molto divertendosi stando insieme a compagni e amici”

Molto interessanti, per gli studenti, sono state le lezioni dei professori. Tra queste Mario Combi è stato attratto soprattutto dall’argomento della storia della colonna infame di Alessandro Manzoni: “La vacanzina studio a Spiazzi segna la fine del primo quadrimestre e ci apre le porte verso il secondo. Questa, è per tutti noi, grande opportunità per approfondire le relazione tra docenti e alunni ma anche tra di noi ragazzi che ogni anno la attendiamo con gioia. Durante la vacanzina abbiamo vissuto un sacco di esperienze ed avventure, ma anche interessanti momenti di riflessioni e di lezioni di cultura generale. In particolare vorrei raccontarvi il momento che meglio ricordo e che più mi ha incuriosito, il racconto del libro “la colonna infame” fattoci dal nostro caro Prof. Roberto Bettinelli, docente di Storia. La Storia della Colonna Infame, scritta da Alessandro Manzoni mi ha subito affascinato. È come se mi fossi catapultato indietro nel tempo, facendo un viaggio nella Milano del XVII secolo, durante la terribile peste del 1630. In sintesi, la storia della colonna infame di Manzoni, è un monito universale contro la ingiustizia, la cecità della giustizia e la cecità umana di fronte alle avversità”

Carol Ferrara si è divertita moltissimo partecipando ai giochi a squadre. “Spiazzi di Gromo è una località in provincia di Bergamo, conosciuta e tanto apprezzata, che, anche quest’anno ha saputo valorizzarsi come la migliore località dove passare una vacanza per l’istituto. Questa località è anche apprezzata per l’hotel, e le attività che propone. Una vacanza-studio molto divertente per gli studenti anche per la presenza del gioco di squadra e per le lezioni interessanti, comuni ai tre anni di studio. Comprendendo anche delle camminate nella natura interessanti e istruttive per scoprire la bellezza del luogo. Una vacanza di quattro giorni con delle sere indimenticabili grazie ai giochi organizzati dai professori, e al divertimento e all’impegno nel prepararli. L’ultima sera prevede una gara di ballo, dove gli alunni si valorizzano nel prepararsi al massimo e nel cercare di vincere. L’insieme di queste attività rendono la l’esperienza un sogno che tutti attendono con ansia ed entusiasmo”

News

“Alice in Wonderland” Musical in inglese!

“Alice in Wonderland” Musical in inglese!

― 9 Aprile 2024

Musica e teatro in lingua inglese. Gli studenti delle classi terze si sono recati all'Auditorium Pime di Milano per assistere alla piece ‘Alice nel paese delle meraviglie’ recitata, cantata e musicata da attori madrelingua inglesi.

Leggi tutto
Churchill, i discorsi e il film ‘L’ora più buia’

Churchill, i discorsi e il film ‘L’ora più buia’

― 6 Aprile 2024

MEDIE – Una lezione interdisciplinare sulla figura di Winston Churchill

Leggi tutto
Preziose tracce della storia romana e della cristianità sul nostro territorio

Preziose tracce della storia romana e della cristianità sul nostro territorio

― 27 Marzo 2024

MEDIE – Mercoledì 20 marzo la classe quinta della scuola Primaria si è recata a Lodi Vecchio per un’uscita didattica, storica e culturale, molto piacevole ed interessante.

Leggi tutto